MENU
Altre informazioni sui dintorni

I portici: shopping e tempo libero a Bolzano

Originariamente era il centro della città di Bolzano: la Via dei Portici venne realizzata per volere del principe vescovo di Trento nel 12° secolo. Fu la prima strada della città, quest’ultima fondata attorno al 1180. La Via dei Portici è lunga oltre 300 metri e venne realizzata orientandola in direzione est-ovest, per ripararla dai freddi venti del nord.

Portici di Bolzano

Lungo il lato nord della strada, le case con portico erano confinanti con le mura di cinta della città, successivamente distrutte nel 1277 da Mainardo II del Tirolo nel momento in cui si impossessò della città. A sud, dove attualmente sorge Via Argentieri, si innalzavano due torri e un altro muro, più piccolo, affacciato su un fossato.

Alle due estremità della Via dei Portici erano state posizionate due porte (la porta superiore e la porta inferiore, in tedesco Ober- e Niedertor). Presso la porta superiore (dove oggi si trova Piazza delle Erbe) le contadine vendevano frutta e verdura già nel 1180.

Le case dei portici venivano usate come abitazione, ma anche come bottega e come magazzino. Attualmente l’aspetto degli edifici è quello assunto nel 17° e nel 18° secolo, conservando la struttura medievale stretta e profonda.

Sotto ai portici di Bolzano

Oggi Via dei Portici è un importante centro economico, grazie alla numerosissima presenza di negozi di qualsiasi genere: abbigliamento, articoli per la casa, per lo sport, trucchi e alimentari. Sia gli abitanti della città che i turisti si recano ogni giorno in questa via per fare shopping e per trascorrere qualche ora in compagnia. E nei mesi freddi, soprattutto sotto Natale, non c’è niente di meglio che gustare delle ottime caldarroste!