MENU
Altre informazioni sui dintorni

Ötzi, l’uomo venuto dal ghiaccio

Sicuramente una delle maggiori attrattive della città di Bolzano è il Museo Archeologico dell’Alto Adige e in particolar modo la Mummia del Similaun, più comunemente conosciuto con il nome di “Ötzi, l’uomo venuto dal ghiaccio”. Rinvenuto nel 1991 dalla coppia tedesca Erika e Helmut Simon, durante un’escursione lungo il confine austriaco, Ötzi fu inizialmente trasportato a Innsbruck, dove vennero esaminati tutti i reperti e analizzata la provenienza della mummia e, in un secondo momento, venne riportato in Italia per ricevere la sua “dimora” definitiva presso il Museo Archeologico dell’Alto Adige.

Museo Archeologico

Il ritrovamento della mummia e il suo studio approfondito ha dato importanti informazioni riguardanti il vestiario e le attrezzature di Ötzi. Alcuni oggetti personali come un arco di legno di tasso, un coltello di selce, un’ascia in rame, e innumerevoli altri attrezzature contenute in una sacca di stoffa. La pelle di Ötzi è inoltre decorata da innumerevoli tatuaggi, è per questo motivo che la mummia è divenuta molto famosa negli studi dei tatuatori. Sono stati rinvenuti sul corpo di Ötzi ben 57 tatuaggi di vario genere.

È possibile visitare “Ötzi, l’uomo venuto dal ghiaccio” dal Martedì alla Domenica dalle 10.00 alle 18.00 presso il Museo Archeologico dell’Alto Adige sito in via Museo n.43.