MENU
Altre informazioni sui dintorni

Il Duomo di Bolzano

Sicuramente uno dei simboli più importanti della città di Bolzano è il Duomo dedicato a Maria Assunta, situato di fronte alla bellissima Piazza Walther, fulcro centrale della città. Massimo esemplare dell’arte romanica e gotica, il Duomo di Bolzano fu costruito nell’ XI secolo. La prima Basilica, in stile romanico è stata quasi completamente distrutta, oggi sono visibili solo parte delle fondamenta; l’esterno, distrutto durante la Seconda Guerra Mondiale, fu ricostruito durante gli anni avvenire seguendo le tecniche artistiche dell’architettura gotica. 

Duomo di Bolzano

Oggi il Duomo di Bolzano si presenta con uno stile particolare, affascinante e allegro capace di stupire qualsiasi tipo di turista che, Campanile del Duomo di Bolzanogiungendo in Piazza Walther, scopre un’elegante e imponente struttura architettonica. È in primo luogo il rivestimento esterno ad attirare l’attenzione, il Duomo di Bolzano fu infatti decorato nel XIV secolo dai fratelli Schiche di Augusta utilizzando del marmo rosso della Val Gardena e del marmo giallo della Bassa Atesina. Il campanile invece, ornato di finestre ogivali ed archi rampanti, la cui base è quella quadrata di origine romanica, fu costruito nel 1517 dallo scalpellino di origine sveva Hans von Schussenried. Altrettanto affascinante è la porticina del vino, situata sul lato di Piazza Walther, e ornata da alcune statue, due delle quali rappresentano una coppia di vignaioli con costumi tipici dell’epoca.

Una delle caratteristiche più affascinanti del Duomo di Bolzano è anche l’influenza degli allievi della scuola di Giotto che hanno integrato le decorazioni della Cattedrale di Bolzano con le tecniche del rinascimento italiano. Un esempio di ciò è rappresentato dalla raffigurazione di un pellegrino di ritorno da Santiago de Compostela. Il Duomo di Bolzano ha dato quindi ampio spazio a due tipi di culture, una proveniente da nord e una proveniente da sud.