MENU
Altre informazioni sui dintorni

Piazza  delle Erbe, storico luogo di ritrovo di Bolzano

Situata nel centro di Bolzano nelle vicinanze dei noti Portici, Piazza delle Erbe è oggi un luogo di ritrovo serale di molti giovani della città e durante il giorno in essa è possibile acquistare frutta, verdura e prodotti tipici altoatesini.

Dal 1295, con il nome di “platea fructum”, è luogo di mercato, dove potrete acquistare frutta, verdura e pollame tutti i giorni tranne il sabato pomeriggio, la domenica e i giorni festivi.

Nel 1277 il Conte Mainardo II fece abbattere le porte e le mura della città e, ricoprendo il fossato, realizzò questa piazza stretta e lunga la quale divenne il fulcro economico della parte da lui comandata. Piazza del Grano, invece, era sotto il controllo del potere vescovile.

Piazza delle Erbe di sera

Proprio in quest’ultima si trovata la porta superiore, sorvegliata da una casa-torre attaccata alle mura e gestita dalla famiglia De Porta-Oberthor, ministeriali del vescovo di Trento.

Su di un’antica costruzione neogotica, situata all’angolo tra la piazza e Via Museo, una targa ricorda in questo edificio sorgeva l’antico “Albergo al Sole” nel quale soggiornarono personalità famose tra le quali Goethe, Herder, Mozart e l’imperatore d’Austria Giuseppe II.

Mercato in Piazza delle Erbe

Al centro della piazza potete osservare la bellissima fontana di Nettuno, chiamata dai bolzanini “oste con la forchetta”. Eretta nel 1777, andò a sostituire la precedente gogna pubblica realizzata per i contadini. Si tratta dell’unica fontana risalente al 18° secolo, costruita per risolvere i problemi igienici e di approvvigionamento d’acqua. La statua rappresenta il dio greco del mare assieme a tre delfini sopra grandi gusci di conchiglie in bronzo poggiati al di sopra di una base di marmo. Chiamata in tedesco “Gabelwirt” è opera dello scultore G. Mayr di Fiè allo Sciliar ed è stata classificata tra le 100 fontane più belle d’Italia.

Fontana Nettuno a Piazza delle Erbe Bolzano